Home Attualità Esteri Israele somministra medicamenti di uso veterinario a prigionieri palestinesi.
Israele somministra medicamenti di uso veterinario a prigionieri palestinesi.

Israele somministra medicamenti di uso veterinario a prigionieri palestinesi.

3
0

Israele somministra medicamenti di uso veterinario a prigionieri palestinesi.


 

L'agenzia palestinese di notizie Sama ha rivelato questa settimana che la direzione delle prigioni del regime israeliano "cerca di condurre i prigionieri palestinesi sotto cure mediche a una morte graduale", con la somministrazione di medicamenti di uso veterinario.

Citando fonti anonime israeliane, l'agenzia lamenta che "a causa della disattenzione della comunità internazionale rispetto i crimini di Tel Aviv contro i prigionieri palestinesi, questo regime si appresta a commettere nuovi delitti nelle proprie carceri".

 

Varie organizzazioni non governative palestinesi (ONG), di difesa dei diritti umani, qualificano quasta azione come "un nuovo atto inumano contrario alle leggi internazionali".

Le ONG hanno annunciato che denunceranno il caso al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (ONU), sollecitando la formazione di un comitato internazionale atto a condurre investigazioni sul campo.

Secondo quanto riportato da queste ONG, attualmente più di 5000 prigionieri palestinesi si trovano nelle carceri israeliane e sono privi dei diritti elementari per la propria vita quali sufficiente accesso all'acqua potabile, alimentazione corretta, educazione, visite regolari e difesa giuridica tra le tante.

 

La maggioranza dei palestinesi incarcerati dallo Stato israeliano sono anche privi di giudizio processuale, dato che le autorità israeliane non hanno sollevato accuse contro di loro.

Nel dicembre scorso, una Conferenza Mondiale di Solidarietà con i Prigionieri Palestinesi e Arabi, in carcere a Tel Aviv, ha chiesto all'ONU di inviare un comitato di osservatori in Israele per investigare le violazioni dei diritti umani.

 

La Conferenza ha anche sollecitato la Corte Penale Internazionale dell'Aja affinchè emetta una dichiarazione di condanna sulla situazione guridica dei prigionieri e sulle sanzioni che devono essere imposte allo Stato d'Israele per aver commesso tali violazioni.

Dal 1967, il regime israeliano ha detenuto un totale di 750.000 palestinesi, tra i quali 23.000 donne e 25.000 bambini. Questa cifra rappresenta il 20% della popolazione totale palestinese dei territori occupati.

 

 

 

 

teleSUR-HispanTV-PressTV-EFE/MARL


Traduzione a cura del CeSPIn Puntocritico


 

(3)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti