Home Idee Memoria PARTIGIANI A CUBA : Uno spettacolo ricorda i 4 partigiani italo-cubani

PARTIGIANI A CUBA : Uno spettacolo ricorda i 4 partigiani italo-cubani

2
0

ITALIANI PARTIGIANI PER CUBA

Uno spettacolo per far conoscere una storia particolare

di Pietro Venier


 

Cuba LibrePochi lo sanno in Italia ma sono quattro i partigiani italiani, che dopo aver partecipato attivamente alla Resistenza, hanno avuto un ruolo importante nella Rivoluzione cubana.

I loro nomi sono Alba De Cespedes, Italo Calvino, Arnaldo Cambiaghi e Gino Doné.

Se da noi sono dimenticati a Cuba, al contrario, sono ricordati con gratitudine per il loro importante contributo alla lotta per cacciare la dittatura di Battista e costruire una nuova società.

Per porre rimedio a questa situazione e far conoscere le loro straordinarie storie anche nel nostro Paese, Gianfranco Ginestri (storico militante della solidarietà con Cuba), ha avuto l’idea di proporre uno spettacolo che ripercorresse le le loro biografie intrecciando parole e musiche, Storia e sentimenti.

E’ nato così “Cuba libre”, un recital intrpretato e diretto da Salvatore Panu che, seguendo i testi di Katia Sassoni, da voce ai protagonisti e immagina i quattro partigiani, insieme ad un tavolo davanti a quattro bicchieri di vino rosso,impegnati a raccontarsi reciprocamente le loro esperienze.

E’ quindi dagli stessi protagonisti che possiamo così seguire ,ad esempio, l’epopea di Gino Donè, unico italiano ad imbarcarsi sul Granma insieme a Fidel Castro e Che Guevara. Così come possiamo conoscere dettagli poco noti della vita di Arnaldo Cambiaghi (che in seguito diverrà lo storico presidente di Italia Cuba). Colpito da seri problemi polmonari fu salvato, proprio a Cuba, dai medici che gli imposero un lungo soggiorno nella località di Esino Lario. Se Donè e Cambiaghi sono quindi degli italiani che hanno dedicato la loro vita a Cuba Alba de Cepedes ed Italo Calvino, due straordinari scrittori, sono dei cubani (Alba de Cepedes era nipote di Carlos Manuel de Céspedes del Castillo, “primo presidente in armi” dell’isola caraibica, ucciso dai militari colonialisti spagnoli nel 1874 ed Italo Calvino era nato a Cuba) che hanno poi dedicato la loro vita all’Italia ed alla sua Letteratura senza mai perdere l’amore per la loro patria natale e darle tutto il sostegno possibile. Conosciamo quindi i protagonisti attraverso frammenti di vita vissuta che divennero poi piena consapevolezza politica.

Non c’è però solo l’emozione delle parole. Altrettanto importante, nell’equilibrio dello spettacolo, è la musica. Si tratta di un repertorio di canzoni politiche, selezionate da Gianfranco Ginestri ed eseguite, alla fisarmonica, dallo stesso Panu. Una teoria di canti di lotta e popolari tratti da quel ricchissimo patrimonio custodito dall’Archivio Storico del Canzoniere delle Lame di Bologna, un gruppo che, tra l’altro, suonò a Cuba nel 1976.

La registrazione video, che ci è stata segnalata e che rilanciamo, è eseguita artigianalmente nel 2015. Il video comunque consente comunque di cogliere la forza di una rappresentazione è intensa, coinvolgente e partecipata. L’evocazione autobiografia, breve e ricca, possiede e trasmette la grande forza della testimonianza.

Per chi volesse però partecipare di persona allo spettacolo segnaliamo che “Cuba Libere” verrà rappresentato Venerdì 12 febbraio 2016 presso la Casa del Popolo Brusciana di Empoli.

http://circolobrusciana.com/evento/cuba-libre/

 

(2)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti