Home Società Genere UNIONI CIVILI ED ADOZIONI : I diritti dei Gay – Carlo D’Ippoliti

UNIONI CIVILI ED ADOZIONI : I diritti dei Gay – Carlo D’Ippoliti

117
0

UNIONI CIVILI ED ADOZIONI : UN PRIMO PASSO

Intervisa di Libera.Tv al Prof. Carlo D’Ippoliti sulla situazione del mondo omossessuale in Italia


Carlo D'IppolitiNel giorno del Family Day siamo andati a sentire il prof. Carlo D’Ippoliti sulla situazione del mondo omossessuale in Italia e nel contesto europeo. D’Ippoliti è sposato con un uomo cittadino degli Stati Uniti ed ha studiato dal punto di vista economico la situazione della famiglia sia etero che omosessuale. In Italia è fondamentale uniformare le Unioni Civili alla Famiglia per garantire l’uguaglianza di opportunità e di diritti tra tutti i cittadini a prescindere dal loro orientamento sessuale. La legge contiene passaggi ancora discriminatori che però verranno demoliti man mano dalla Corte Costituzionale come è accaduto per la legge 40. Infine il professore sottolinea come la stepchild adoption, che non è l’adozione ma un compromesso ancora discrimatorio, è comunque necessaria per difendere i diritti dei bambini e non delle coppie gay. Bisogna però evitare in ogni modo la mercificazione del corpo della donna e fenomeni di sfruttamento che potrebbero essere innescati dalle pratiche di utero in affitto. Il mondo LGBT è molto divisa anche dal punto di vista sociale. Le persone ricche possono facilmente dichiarare la propria omossessualità mentre chi ha un reddito basso ha maggiori difficoltà a vivere apertamente l’affettività. Per questo si è creato lo stereotipo delle condizione sociale privilegiata delle persone gay.

 Consulta il testo della legge : QUI

Compra la maglietta di Metastore LOVE IS LOVE !

Love is love

 

(117)

LiberaRete Associazione di Promozione sociale LiberaRete

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti