Home Società Spazi Sociali PARCO MARIE ANNE ERIZE – Cosa succede a Tor Bella Monaca?

PARCO MARIE ANNE ERIZE – Cosa succede a Tor Bella Monaca?

323
0

Stefania Catallo

 

Prima la promessa di un’intestazione poi recintano il parco…

Da circa una settimana, il parco pubblico di via Amico Aspertini è stato recintato, con la chiara intenzione di avviare dei lavori che, a detta di Maurizio Mattei, presidente della commissione lavori pubblici del Municipio VI Le Torri: “…si tratta di un piano di zona 22 e vi dovrebbe essere costruita una piastra commerciale a piano zero.” In pratica, un’area verde verrà scippata alla cittadinanza, compreso il boschetto di querce, allori e alberi da frutto, oltre che un grande prato dove ora giocano i bambini, per costruirci sopra un bel supermercato o magari un altro centro commerciale.
Oltre a questo, va segnalato come per l’area verde fosse stata richiesta lo scorso anno dal nostro Centro Antiviolenza, l’intitolazione a Marie Anne Erize, desaparecida franco-argentina di cui la struttura porta il nome, e alle vittime della dittatura civico-militare del Paese sudamericano. Il direttivo del Centro, dopo una prima riunione col presidente del Municipio dott. Scipioni, era stato poi ricevuto il 30 aprile 2015 dalla commissione urbanistica e ambiente, dove la richiesta era stata accolta positivamente e verbalmente dal consigliere Paparelli che presiedeva al tavolo, assieme al direttore del municipio dott. Taccioli. Successivamente, era stata protocollata la richiesta formale, alla quale avevano aderito tantissime firme sia dall’Italia che dall’Argentina. Per seguire l’iter istituzionale, era inoltre stata mandata lettera di richiesta sia dal Centro Antiviolenza che dall’ambasciata, al sindaco Marino.
E ora questa brutta sorpresa. Oltre al danno, anche la beffa: quella di promettere le cose senza approfondirne la fattibilità. Promesse a vuoto, dunque. E ora, visto che domani si riunirà per l’ultima volta la giunta municipale visto l’inizio della campagna elettorale, bisognerà aspettare la nuova consiliatura.
Quello che è certo, è che noi non molliamo.
E ci chiediamo se quell’area non sia – forse – un favore in cambio di voti….
-Comunicato di Stefania Catallo-

(323)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti