Home Attualità Ambiente AMIANTO : Spot Audio per il corteo – tutti sapevano nessuno ha parlato

AMIANTO : Spot Audio per il corteo – tutti sapevano nessuno ha parlato

49
0

Comitato vittime amiantoTutti sapevano e nessuno ha parlato.

i sindacati.

l’azienda.

l’assessorato alla sanità.

Tutti sapevano, ma non gli operai …


di Pietro Venier

Lo spot che pubblichiamo non è solo un’appello a partecipare ad una iniziativa. E’ un segnale d’allarme che ci ricorda un gravissimo pericolo. Spesso ci dimentichiamo infatti che c’è un serial killer quasi invisibile che ha sistematicamente decimato i lavoratori italiani e le loro famiglie. Questo killer oggi lo conosciamo bene si chiama Amianto. Le sue vittime però non sapevano a cosa andavano in contro quando sul posto di lavoro hanno dovuto incontrare e maneggiare questa sostanza.Il Comitato per la Difesa della Salute sui luoghi di Lavoro e nel Territorio è ormai decenni che denucia questa terribile situazione. Mentre i lavoratori si ammalavano, mentre l’amianto colpiva dentro e fuori le fabbriche, c’era chi faceva finta di non sapere. Questi complici del killer hanno nomi e cognomi. Sono prima di tutto le aziende che sapevano ma non volevano pagare il costo del risanamento, non volevano essere chiamate responsabili di quelle morti, non volevano riconoscere che la rincorsa del profitto veniva prima della salute dei lavoratori e dei cittadini. Sono quei sindacalisti che non hanno fatto il loro dovere e, in combutta con le aziende, hanno minimizzato la situazione. Sono quei responsabili pubblici che hanno sottovalutato le denuncie, rallentato i tempi delle verifiche e, a volte, rallentato con burocrazie assurde le bonifiche necessarie. Per continuare la lotta per la salute e per ottenere verità e giustizia per le vittime dell’amianto sabato 30 aprile 2016 si terrà un corteo. Ogni killer ha un suo punto debole e l’amianto teme la pubblicità, il dibattito, le lotte di chi lo vuole fermare. Una volta per sempre.


 sabato 30 aprile 2016

il Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

organizza un corteo

IN RICORDO DI TUTTE LE VITTIME DELL’AMIANTO E DELLO SFRUTTAMENTO

alle 16 in via Magenta 88 a Sesto San Giovanni

presso il Centro di Iniziativa Proletaria “Tagarelli”


In occasione del 28 aprile giornata mondiale contro l’amianto e delle vittime del lavoro, in tutto il mondo si svolgono manifestazioni. Anche in Italia le vittime dell’amianto e le loro associazioni questa settimana hanno organizzato molte iniziative dal nord al sud. In particolare quelle di maggior rilievo sono:

– corteo il 30 aprile a Sesto San Giovanni IN RICORDO DI TUTTE LE VITTIME DELL’AMIANTO E DELLO SFRUTTAMENTO con partenza alle 16.00 dal Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli” di via Magenta 88

-27 aprile udienza in Vaticano. Il Papa riceverà le vittime dell’amianto che gli hanno inviato una lettera di cui pubblichiamo alcuni stralci.

– Giovedì 28 aprile 2016 – al Teatro della Cooperativa di Milano – ore 20.30Il Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio, in collaborazione con il Teatro della Cooperativa presentano il libro AMIANTO: morti di “progresso”di Michele Michelino – Daniela Trollio – Edizioni Del Faro. Gli attori Renato Sarti e Marta Marangoni leggeranno alcune storie tratte dal libro. Saranno presenti gli autori. Interverranno anche operai, lavoratori, cittadini, protagonisti delle lotte raccontate nel libro e verranno proiettati due brevi video con testimonianze degli operai della Breda di Sesto San Giovanni

– 29 aprile Convegno presso la Camera dei Deputati a Roma promosso dai sindacati, Associazioni e Comitati dal titolo UNITI PER LIBERARE L’ITALIA DALL’AMIANTO,

Il Coordinamento Nazionale Amianto unisce una ventina di associazioni, credenti e non credenti, fra cui il Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio di Sesto San Giovanni). Ecco alcuni passaggi della la lettera.

 

 

(49)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti