Home Cultura Teatro TEATRO : VITTORIA è per tutti – Presentata la nuova stagione
TEATRO : VITTORIA è per tutti – Presentata la nuova stagione

TEATRO : VITTORIA è per tutti – Presentata la nuova stagione

68
0

il Teatro Vittoria è per tutti

 Presentata la Stagione Teatrale 2016-17

di Anna Maria Bruni

 


 

teatro_vittoria_2_Alla vigilia dei suoi trent’anni il Teatro Vittoria, nel cuore del quartiere popolare Testaccio di Roma, conferma il senso della comunità che ha sempre contraddistinto le sue scelte e alimentato la coerenza della sua vocazione. Una peculiarità rara di questi tempi, fortunatamente premiata prima di tutto dalla sorprendente presenza del pubblico, questa mattina, alla conferenza stampa di presentazione della prossima stagione teatrale. Una presenza anch’essa rara, che testimonia il calore della reciprocità che evidentemente si è innescata tra il repertorio offerto e l’apprezzamento della risposta, testimoniata anche dall’annuncio della “crescita esponenziale degli abbonamenti”.

Merito della direzione artistica di Viviana Toniolo, fondatrice della compagnia “Attori&Tecnici” insieme ad Attilio Corsini del quale prosegue l’impegno, ricordato con grande affetto in apertura come colui che ha concepito e voluto “quello che trent’anni fa era un cinema in disuso, brutto e sporco, nella casa dove abitare”. Senza tralasciare tutto ciò che fa una casa: non per niente il nome della compagnia, la capacità di ospitare repertorio di prosa insieme a musica e letteratura, di spaziare dal teatro classico al contemporaneo, dal pop all’impegno, di dare spazio ai nomi storici e lasciarne molto ai giovani. A cominciare dalla rassegna “Salviamo i talenti – Premio Attilio Corsini”, al suo ottavo anno, che include in cartellone il vincitore della sfida.

E infatti, mentre è in svolgimento quella di quest’anno (dal 31 maggio al 1 giugno è in scena Gabriele, di Fausto Paravidino e Giampiero Rappa) dal 19 al 29 maggio 2016 andrà in scena Coriolano di Shakespeare per la regia di Simone Ruggiero, vincitore della rassegna precedente. Ancora, per chiudere il cerchio del classico attraverso l’occhio dei giovani, una rivisitazione pop dell’Odissea, per la regia di Vincenzo Manna e Daniele Muratore. Una prosa che si annuncia di qualità, accanto alla quale i nomi di Paolo Rossi, Alessandro Bergonzoni, Simone Cristicchi (diretto da Antonio Calenda), Michele Riondino così come di giornalisti prestati al teatro come Marco Travaglio, Claudio Fava, Vauro e Barbara Alberti, Pierangelo Buttafuoco, Andrea Scanzi, Corrado Augias e di una attrice prestata al giornalismo come Sabina Guzzanti, completano un quadro ricco e intrigante, perché divertente e intelligente.

Dallo Slurp di Travaglio per denunciare un’informazione serva del potere, incapace di fare da campanello d’allarme ma solo di raccontare quello che è già avvenuto, al Magazzino 18 di Cristicchi, che racconta una dimensione di “socialismo reale” attraverso una figura toscana sconosciuta alla Storia ufficiale, Davide Lazzaretti, dal Mar del Plata di Claudio Fava, un’eroica squadra di rugby capace di sfidare il regime argentino, a Angelicamente Anarchici di Riondino, che dà voce alle parole di Don Gallo per incontrare i personaggi di strada dei testi di De André. Solo alcuni dei ventidue spettacoli della prossima stagione, accanto ai quali si alternano i padroni di casa con altrettanta qualità e umorismo. A cominciare da Rumori fuori scena, al suo 33° anno di repliche, accanto al quale troviamo Terapia di gruppo di Christofer Durang, che tra “ansie e nevrosi, illusioni e desideri”, ci ricorda che “solo il gruppo può migliorare l’esistenza dell’individuo”, e ancora Weekend Comedy di Jeanne e Sam Bobrick, esilarante commedia sulla crisi coniugale che approda al Vittoria dopo il successo dell’off Broadway, e Trappola per topi, un classico del giallo e della compagnia stessa, che replica da anni con successo.

E poi la musica, spettacoli di magia e illusionismo, e l’intreccio della letteratura con il racconto, il reading e ancora la musica. Tanto, insomma, tanto da scoprire e tanto per spaziare, offrendo a tanti la possibilità di farlo anche attraverso prezzi contenuti e diversificati per le diverse tasche, a cominciare da quelle degli under 26, alle prime con 5 euro. Come Viviana Toniolo ha voluto sottolineare, per un teatro davvero “di tutti e per tutti”.

Per il programma completo www.teatrovittoria.it

(68)

tags:

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti