Home Attualità Ambiente PISCINAS – UN PARADISO IN PERICOLO : Serve l’immediata bonifica dell’area
PISCINAS – UN PARADISO IN PERICOLO : Serve l’immediata bonifica dell’area

PISCINAS – UN PARADISO IN PERICOLO : Serve l’immediata bonifica dell’area

4
0

UN FIUME ROSSO MINACCIA PISCINAS

Gli ambientalisti chiamano alla mobilitazione

di Pietro Venier


Rio PiscinasChi c’è stato non potrà mai dimenticarla. E’ sicuramente tra le spiagge più belle della Sardegna e quindi del Mondo. Piscinas con le sue fantastiche dune è un posto magico.

Eppure anche qui l’azione dell’Uomo mette in pericolo salute e natura. In questo caso non si tratta della “solita” speculazione edilizia che ha devastato tanta parte della nostre coste. Non c’è nemmeno un problema di fognature dato che la spiaggia di Piscinas è lontana da ogni centro abitato. Ciò che minaccia questo paradiso sono le conseguenze di lungo periodo dell’attività mineraria che, per secoli, ha coinvolto le zone immediatamente restrostanti la costa.

Il sito Stop Devastazioni chiama tutti noi alla mobilitazione e ricostruisce la storia di quella terra. In sintesi le miniere, oggi abbandonate ma non messe in sicurezza, continuano a rilasciare inquinanti pericolosissimi che, trasportati dalle piogge, formano un fiume rosso tossico che sversa in mare i suoi veleni. Si tratta di Rio Piscinas. Nelle sue acque si trova una concentrazione tossica di metalli pesanti (Cadmio, Rame, Nichel, Piombo, Zinco).

Tutti quelli che dovrebbero intervenire conoscono la situazione. Ci sono state denuncie, articoli, interrogazioni parlamentari. Eppure nulla accade. Il fiume rosso continua a minacciare la spiaggia e l’ambiente circostante. Facciamo, insieme, qualcosa. Subito!


Per approfondire : Stop Devastazioni

(4)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti