Home Territori Lombardia MILANO Teatro alla Scala Presidio contro l’amianto

MILANO Teatro alla Scala Presidio contro l’amianto

86
0

NOVE MORTI ACCERTATI TRA TECNICI E ARTISTI DEL TEATRO ALLA SCALA

Presidio della CUB e del Comitato Ambiente & Salute nei luoghi di Lavoro a sostegno dei lavoratori del Teatro contro l’amianto. A giugno riparte il processo per accertare le responsabilità dei dirigenti.

Interviste a cura di Alfredo Comito LiberaRete – Libera.tv

______________________________________________________________________________________________________________________________________

Pippo FioritoMILANO – Teatro alla Scala. Alcuni lavoratori insieme alla Confederazione unitaria di Base e al Comitato Ambiente e Salute nei Luoghi di Lavoro, hanno tenuto un presidio davanti al famoso teatro milanese per ricordare i morti di amianto, nove accertati secondo Roberto D’Ambrosio tecnico del teatro.
Oltre 4000 morti ogni anno per amianto in Italia sottolinea Michele Michelino del Comitato Ambiente e Salute. Un male che esplode dopo molti anni e che continuerà a mietere vittime proprio perché la bonifica sul territorio non è compiuta e l’amianto ridotto in polvere ha inquinato le falde acquifere e viene inalato perché estremamente sottile.Croce
“La CUB insieme al Comitato ha denunziato il problema dell’amianto” afferma Pippo Fiorito della CUB “e siamo parte civile nel processo in corso” sui responsabili della gestione del Teatro.
“Nessuna prescrizione sull’amianto” ribadisce ancora il rappresentante della CUB, perché “vogliamo giustizia per i nostri morti”.
Giustizia e bonifica, due temi che si affiancano in questa come in altre vicende nel Paese. Mentre la classe politica è impegnata in primarie o in sterili discussioni su una legge elettorale che non riesce a partorire, in Italia decine e decine di lavoratori e cittadini muoiono sul lavoro o si ammalano per gli effetti secondari dello sfruttamento di risorse senza il rispetto dell’ambiente e della vita umana.

(86)

LiberaRete Lombardia Profilo del gruppo lombardo dell'associazione LiberaRete che opera su Libera.Tv

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti