Home Attualità Politica EUROPEE : Si presenta il terzo spazio – La Sinistra Europea

EUROPEE : Si presenta il terzo spazio – La Sinistra Europea

233
0

ALLE EUROPEE UNA LISTA DI SINISTRA FEMMINISTA ED ECOLOGISTA

Conferenza Stampa alla Camera dei Deputati


Logo Partito Europeo della SinistraAlla fine di un lunghissimo e duro confronto ora sappiamo che una lista di sinistra sarà presente sulla scheda elettorale. Naufragata l’ipotesi della lista con De Magistris; consumata la rottura dentro Potere al Popolo; esploso il progetto di Liberi ed Uguali; oggi Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana e l’Altra Europa hanno presentano in conferenza stampa il loro percorso per dare vita ad una lista di sinistra per le prossime elezioni europee. Dalle parole di Eleonora Forenza (attuale parlamentare GUE-NGL) emerge l’idea di poter aprire un nuovo spazio tra la destra populista e le forze neoliberali tra cui viene annoverato il PSE. Un terzo spazio per l’Europa. Costanza Boccardi di Altra Europa spiega che nei prossimi giorni si terranno assemblee territoriali e poi una assemblea nazionale di lancio del progetto. Nel frattempo è già possibile presentare eventuali candidature con il sostegno di poche decine di firme. Bebbe De Cristoforo di Sinistra Italiana spiega la necessità di una forte connessione con i movimenti e le associazioni ed assicura che i partiti che compongono oggi la lista si mettono a disposizione di un progetto più ampio. Il simbolo sarà quello del Partito della Sinistra europea in cui le forze che comporranno la lista si riconoscono. Pochi giorni per comporre le liste e presentare il simbolo per una lista. Poi una campagna elettorale difficile ma il peggio verrà dopo. Già cinque anni fa i frammenti della sinistra di alternativa erano riusciti a presentarsi insieme nella lista “L’Altra Europa per Tsipras”. Superarono il quorum di un soffio eleggendo tre deputati europei. Poi due di questi eletti, quasi immediatamente, si sono allontanati dal progetto che è compessivamente naufragato. Oggi il panorama è del tutto cambiato e non in meglio. Le divisioni si sono moltiplicate ma non le forze a disposizione. La partita quindi è davvero decisiva. Senza eletti Rifondazione perderà il finanziamento pubblico mettendo a rischio quel poco di organizzazione che le resta. E Sinistra Italiana, avendo rifiutato la prospettiva di confluenza nel PD di Zingaretti, non ha lo spazio politico che aveva la SEL di Vendola. Almeno però sembra esserci più chiarezza e questo, in politica e nella vita, non è poco. Vedremo.


 

L’appello

In Europa ci avviciniamo ad una sfida fondamentale, che contribuirà a definire il nostro futuro di cittadine e cittadini.

La posta in gioco è molto alta: c’è il rischio che la lunga stagione dell’austerità e delle politiche neoliberiste favorisca l’aumento della presenza nelle istituzioni comunitarie delle destre nazionaliste e xenofobe.

Per questo vogliamo opporci sia al neoliberismo che al nazionalismo, costruendo un terzo spazio politico, un’alternativa che vorremmo progettare insieme, alla pari, e che abbia un forte segno femminista, ecologista, antirazzista.

Vogliamo pertanto promuovere una lista alle elezioni europee che sia uno spazio comune a disposizione di tutte le soggettività, politiche, culturali, sociali, civiche e di movimento che:

1) Vogliano costruire un’Europa fondata sulla giustizia sociale, ambientale e fiscale; sulla piena parità di genere; sulla redistribuzione della ricchezza e del lavoro; sulla riconversione ambientale e sociale dell’economia e sulla lotta ai cambiamenti climatici; sul diritto al reddito e sui diritti delle lavoratrici e dei lavoratori; sulla democrazia reale e sull’autodeterminazione di donne e uomini; sulla solidarietà e la buona accoglienza, contro le politiche securitarie e di respingimento delle e dei migranti; sulla pace, il disarmo e la cooperazione internazionale.

2) Si riconoscono nella necessità di ribaltare gli equilibri politici e di contrastare e superare le politiche che hanno caratterizzato fin qui l’Unione Europea, a partire dalla rottura della gabbia neoliberista definita dai trattati.

3) Sentono il dovere di opporsi al risorgere dei razzismi e dei nazionalismi.

Una lista che riconosca e assuma nella sua costruzione, nella sua composizione e rappresentazione, il protagonismo che il movimento delle donne esprime oggi a livello mondiale in termini di principale soggetto globale di alternativa. Nell’ambito di chi si riconosce in questo progetto, sono molte le battaglie che abbiamo condiviso in questi anni e molte le proposte che condividiamo. Per definire un comune programma elettorale proponiamo che i punti fondamentali si articolino a partire dalla piattaforma del Partito della Sinistra Europea e dal Green New Deal di Primavera europea.

Le organizzazioni firmatarie di questo appello fanno riferimento al Partito della Sinistra Europea: ne mettiamo a disposizione il simbolo al fine di poter validamente presentare la lista per le elezioni. Vi proponiamo inoltre di scegliere, in tempi rapidissimi visto che mancano due settimane alla presentazione dei simboli, attraverso una consultazione, il nome della lista. Per quanto ci riguarda abbiamo individuato nel gruppo Gue/Ngl il nostro gruppo parlamentare europeo di riferimento, ma al fine di realizzare il massimo di unità delle forze antiliberiste riteniamo in ogni caso necessario che la lista sia aperta alla partecipazione di organizzazioni che manifestino la volontà di voler entrare con i propri eventuali eletti in altri gruppi che si collocano nel terzo spazio.

Per presentare questo progetto politico lunedì 25 marzo alle ore 11,30 si terrà una Conferenza Stampa presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati che, coerentemente con l’impostazione di questa lista sarà tenuta dalle compagne che si riconoscono nel progetto.

Partito della Rifondazione Comunista

Altra Europa con Tsipras

Sinistra Italiana

Convergenza Socialista

Partito del Sud

Transform Italia

 

(233)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti