Home Cultura Libri SIONISMO vero nemico degli ebrei – ANPI si ritira – Diego Siragusa

SIONISMO vero nemico degli ebrei – ANPI si ritira – Diego Siragusa

746
1

SIONISMO IL VERO NEMICO DEGLI EBREI

L’ANPI di Roma si ritira dalla presentazione del libro di Alan Hart

Diego Siragusa- Curatore del libro – intervistato da Alido Contucci di LiberaRete – Libera.Tv Roma


 

Sionismo - Il vero nemico degli ebreiIl 7 dicembre 2015 presso la sede dell’ANPI di Roma doveva tenersi la presentazione della versione italiana del libreo di Halan Hart “Il sionismo è il vero nemico degli ebrei” di Alan Hart. A questo incontro, che era stato organizzato anche dalla sezione ANPI don Pappagallo, dovevano partecipare Giorgio Gomel (ebrei per la pace), Marco Ramazzotti Stockel (rete ebrei contro l’occupazione), CarloTagliacozzo (studioso dello Shoa), e Diego Siragusa (che ha tradotto e scritto la prefazione del libro).  Invece contro questa iniziativa è intervenuta la Comunità ebraica di Roma. Invece di confermare l’iniziativa, in cui veniva presentato un libro diffuso a livello mondiale, l’ANPI nazionale e l’ANPI di Roma hanno immediatamente ceduto alle pressioni ed hanno imposto alla sezione ANPI don Pappagallo di ritirarsi dall’organizzazione dell’evento con la falsa giustificazione di non approvare manifestazioni anti-semite.

Sui fatti accaduti abbiamo chiesto un commento a Diego Siracusa, curatore del libro in Italia ed abbiamo anche cercato di ottenere una più precisa giustificazione dal rappresentante della sezione dell’ANPI locale che però è stato evasivo come documentato dal video allegato a questo articolo.

E’ la seconda volta in pochi giorni che documentiamo fatti simili. La scorsa settimana a Trieste è stato il Comune a ritirasi da una iniziativa sulla situazione in Palestina su pressione dell’Ambasciata di Israele. (guarda qui) Il condizionamento indotto sulla politica italiana da parte di strutture diplomatiche o associative legate allo stato di Israele è ormai pesantissima e costante. Ciò che si vuole colpire è l’informazione indipendente anche e soprattutto quando questa provviene da fonti ebraiche critiche con le politiche di colonizzazione, occupazione e discriminazione attuate dal Governo di Israele. Costringere i palestinesi allo stereotipo dei terroristi fanatici è parte della guerra mediatica che sostiene le violenze ed i crimini militari sul terreno.


LA PRECISAZIONE DELLA SEZIONE ANPI DON PAPPAGALLO


 IL COMUNICATO ANPI NAZIONALE

Carlo Smuraglia: “L’Anpi come sempre è vicina alla comunità ebraica”

Polemiche per la presentazione di un volume (titolo: “Sionismo, il vero nemico degli ebrei”) su iniziativa della sezione Anpi di Roma, “Don Pietro Pappagallo”. Iniziativa che ha suscitato la reazione del presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna: “È sconcertante che l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, realtà che dovrebbe tutelare e diffondere ben altri valori, si faccia promotrice di un’iniziativa di aperto odio antiebraico e antiisraeliano”.

Da qui la precisazione dell’Anpi con una dichiarazione di Carlo Smuraglia, presidente nazionale.

“Della presentazione del volume “Sionismo, il vero nemico degli ebrei” promossa dalla Sezione ANPI “Don Pietro Pappagallo” di Roma e prevista per il 7 dicembre non sapevamo nulla, com’è naturale, trattandosi di un’iniziativa del tutto autonoma, senza adeguate cautele, tant’è che è stata già revocata. Abbiamo letto anche il comunicato del Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna, e intendiamo assicurare che l’ANPI Nazionale non ha mai avuto, né potrebbe avere alcuna intenzione di promuovere iniziative antiebraiche e/o antisemite. Siamo favorevoli ad ogni tentativo di avvicinamento e di composizione di posizioni opposte, ma riteniamo che ciò debba sempre essere fatto con la massima cautela e senso di responsabilità. L’ANPI Nazionale ribadisce la sua posizione di sempre, di vicinanza alla Comunità ebraica, di perseguimento della pace, del rispetto, della tolleranza e della convivenza pacifica e contro ogni tipo di discriminazione”.

IL COMUNICATO ANPI DI ROMA

Presentazione libro antisionista: l’Anpi di Roma ha cancellato l’iniziativa.
‘Siamo vicini alla comunità ebraica’
.
“Appena appresa la notizia della presentazione del libro antisionista, ieri abbiamo immediatamente stabilito di non dare seguito all’iniziativa in accordo con la sezione ANPI don Pappagallo perché non in linea con i valori ed i principi dell’Anpi che rifiutano qualsiasi forma di razzismo ed antisemitismo”, ha dichiarato il presidente dell’Anpi di Roma, Ernesto Nassi.
“Siamo vicini alla comunità ebraica con la quale abbiamo condiviso tante iniziative. Per quanto riguarda le attività dell’Anpi di Roma, ricordiamo che tutte le nostre iniziative sono pubblicate e consultabili nel nostro blog”.


Sionismo. Il vero nemico degli Ebrei. Vol. 1: Il falso messia, di Alan Hart, (Zambon, 2015)

Dal libro di Alan Hart

Sionismo - Il vero nemico degli ebrei

Sia io personalmente che il mio libro «Sionismo: il vero nemico degli ebrei»  siamo considerati una spina nel fianco del regime sionista e anche dei regimi arabi corrotti e repressivi. E c’è una ragione valida: il mio libro mette il dito su una piaga tanto profonda quanto marcia. Il fatto è che non si può raccontare la verità sul sionismo senza raccontare la verità sui regimi arabi.

Come spiegherò tra breve, la verità è che, nonostante la falsa retorica del contrario, i regimi arabi non hanno mai avuto alcuna intenzione di combattere Israele per liberare la Palestina. E ciò aiuta a spiegare perché i regimi arabi sono da sempre complici dei sionisti nel volere sopprimere una verità storica molto scomoda. Stiamo parlando dei GOVERNI arabi, non dei popoli, che invece sono tutti dalla parte dei palestinesi.
[…]
Per la maggioranza degli ebrei oggi nel mondo, il titolo del mio libro — Zionism: the real enemy of the Jews (Sionismo: il vero nemico degli ebrei) — è molto scomodo, troppo scomodo, e alcuni si sentono profondamente offesi e oltraggiati da queste parole; eppure sono convinto che se fossero ancora vivi, oggi, i tanti oppositori ebrei al sionismo di quel periodo pre-olocausto, approverebbero la mia affermazione formulata nel titolo.
[…]
La verità storica è essenziale per dare ai cittadini il potere contrattuale necessario a mettere in moto la macchina democratica in favore della giustizia per i palestinesi e della pace per tutti noi.
Senza questo potere contrattuale basato sulla padronanza della verità storica, non esiste a mio avviso alcuna possibilità di ottenere la giustizia per i palestinesi – né la pace per tutti noi. E il cancro di questo conflitto alla fine ci consumerà, tutti.

(746)

Comment(1)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti