Home Attualità Economia CORONAVIRUS : Piovono soldi per rispondere alla crisi. Ma chi pagherà il debito?
CORONAVIRUS : Piovono soldi per rispondere alla crisi. Ma chi pagherà il debito?

CORONAVIRUS : Piovono soldi per rispondere alla crisi. Ma chi pagherà il debito?

39
0

FESTA PER TUTTI : PIOVONO SOLDI!

Ma questi miliardi non si prendono dalle ricchezze reali ma stampando nuovo debito. Facile ma chi lo pagherà?

di Jacopo Venier

Piovono SoldiIn questi giorni sembra di essere in una puntata di Casa di Carta. Dal cielo sembrano piovere soldi, tanti, tantissimi soldi. Il Governo, l’Unione Europea, la BCE, il G8 tutti hanno aperto i cordoni della borsa. Niente più patto di stabilità, parametri o austerità. Migliaia di miliardi di nuovo debito saranno immessi nell’economia. Chiunque sta chiedendo aiuto ed a tutti si promette denaro contante. Imprese e lavoratori, famiglie e banche, enti locali, enti di ricerca, associazioni, proprietari ed affittuari di case ed uffici, chi ne ha bisogno e chi no, tutti chiedono ed a tutti si assicura che riceveranno il necessario.
Ma questi soldi da dove vengono? Vengono appunto da nuovo debito (che sia nazionale o europeo è importante ma non troppo). Nessuno parla di tasse anzi. Tutti dicono che le tasse saranno sospese, rimandate, annullate.
Il debito è per sua natura un obbligo di restituire nel futuro le cifre che spendi oggi. Quindi lo pagheremo noi. Non oggi ma nel futuro.
Per questo è fondamentale smetterla con la demagogia. Non tutti hanno diritto e non tutti devono essere salvati. I soldi vanno spesi per cambiare l’economia non per conservarla. E poi le tasse vanno pagate da chi le può pagare. Forse banale ma è necessario ricordarlo a chi crede che basti la bacchetta magica.

 

(39)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti