Home Territori Lombardia MILANO INNSE Operai in sciopero ai cancelli contro lo smontaggio dei macchinari

MILANO INNSE Operai in sciopero ai cancelli contro lo smontaggio dei macchinari

329
1

GLI OPERAI DELLA INNSE DIFENDONO I MACCHINARI DAVANTI AI CANCELLI

Dopo due giorni di sciopero in presidio davanti ai cancelli della fabbrica contro lo smontaggio di alcuni macchinari, l’azienda fa marcia indietro

Interviste a cura di Alfredo Comito LiberaRete – Libera.tv


 

INNSE 2Dopo due giorni di sciopero in presidio davanti ai cancelli della fabbrica, i lavoratori della INNSE sono riusciti a fermare l’azione del proprietario Camozzi tesa a smontare alcuni macchinari della fabbrica. L’azienda si è impegnata a ripartire dallo status quo antecedente l’azione di protesta degli operai. Dopo aver vinto una lunga battaglia nel 2009 per mantenere la produzione nel sito milanese consentendo all’imprenditore bresciano di avere il terreno e la fabbrica ad un costo irrisorio dal comune con la promessa di investimenti e aumento della forza lavoro, gli operai della INNSE sono stati posti in cassa INNSE 3integrazione a marzo del 2016 e lamentano il mancato rispetto degli impegni che Camozzi aveva assunto nel 2009 in Prefettura. L’imprenditore, infatti, si era impegnato a ristrutturare il resto del capannone e aumentare la produzione, nonché far crescere l’occupazione sino a 150 unità. Nei fatti, il numero degli operai non è cresciuto da allora e la volontà di smantellare anche le macchine più importanti non rassicura di certo gli operai della INNSE che all’epoca salirono sul carroponte e ci rimasero sino alla conclusione della vertenza in agosto, inaugurando la lunga stagione dei tetti e delle gru occupate  in tutta Italia per difendere le università, i treni notte, gli ospedali, l’occupazione.
Per il momento il traffico scorre regolare in Via Rubattino, ma gli operai dicono “non è ancora finita”.

(329)

LiberaRete Lombardia Profilo del gruppo lombardo dell'associazione LiberaRete che opera su Libera.Tv

Comment(1)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti